Contenuto principale

Per lo sviluppo socio-economico delle aree montane e collinari la Regione Piemonte ha stanziato ulteriori 31 milioni e 500 mila euro per le attività dei 14 GAL Piemontesi nei due anni di estensione previsti. Il GAL Borba, nell’attuale programmazione, ha già raggiunto degli ottimi risultati impegnando il 100% delle risorse in dotazione, di cui una buona parte già liquidate ai beneficiari. I bandi sono stati tutti molto partecipati, sia dagli Enti Pubblici che dalle aziende private, e hanno visto la creazione di 3 nuove imprese nel settore del turismo, di numerose filiere/reti agricole (7 PIF e 1 PIRT per un totale di 25 aziende finanziate) e di 6 PIRT nel settore del turismo sostenibile, per un totale di 17 soggetti beneficiari. A questi si aggiungono i 27 progetti dei Comuni, finanziati e realizzati, sul recupero del patrimonio architettonico (torri d'altura, castelli, belvederi, chiese campestri, palazzi signorili, spazi pubblici, ecc.) e i 9 interventi per la messa in rete della sentieristica e del turismo outdoor. Complessivamente sono attualmente 81 le aziende e gli enti finanziati per la realizzazione di altrettanti progetti volti allo sviluppo e all’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali, all'incremento del turismo sostenibile, alla valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale.

È ufficiale che, grazie ai risultati ottenuti e all'ottimo lavoro svolto, il GAL Borba potrà contare su una dotazione aggiuntiva di 1,8 milioni di euro (precisamente 1.815.332,14 euro), che verranno utilizzati per:

  • effettuare uno scorrimento completo della graduatoria relativa al bando Op. 7.5.2. (tipologia 1) per la rete sentieristica e i servizi connessi sul totale dei 15 progetti ammessi a finanziamento. I progetti presentati integrano/raccordano/valorizzano la pianificazione della Rete del Patrimonio Escursionistico regionale (RPE), le iniziative sull’area da parte dell’Atl Alexala, le progettualità promosse a valere sulla L.R. 04/00 e nella Buffer Zone UNESCO e il piano d’area di interesse locale in attuazione della Misura 7.5.1. a carattere regionale; in particolare, lo sviluppo degli itinerari escursionistici, cicloescursionistici e cicloturistici dell'Appennino piemontese, delle chiese campestri e dei calanchi in Valle Bormida di Spigno ed Erro e del Giro delle cinque torri in Langa Astigiana;
  • sostenere l'economia rurale locale, gravemente danneggiata dall'emergenza sanitaria da Covid-19, riaprendo in seconda pubblicazione i seguenti bandi pubblici di finanziamento al fine di sostenere il settore commerciale/agrituristico/turistico-ricettivo più duramente colpito dalle restrizioni imposte, nello specifico:
    • il Bando pubblico multioperazione per la selezione di Progetti Integrati di Filiera (PIF) - Op. 4.1.1 "Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole" - Op. 4.2.1. "Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli" - Op. 6.4.2. "Sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività non agricole da parte di piccole e microimprese" - Ambito Tematico n.3 "Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali";
    • il Bando pubblico per aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali non agricole nelle zone rurali - Op. 6.2.1 - Ambito Tematico n. 2 " Turismo Sostenibile";
    • il Bando pubblico multioperazione per la selezione di Progetti Integrati di Rete Territoriale (PIRT) nel settore del turismo sostenibile - Op. 6.4.1 "Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra agricole" - Op. 6.4.2. "Sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra agricole da parte di piccole e microimprese" - Ambito Tematico n. 2 "Turismo Sostenibile".

Per questi nuovi bandi il GAL aumenterà ove possibile il range di spesa ammissibile e la percentuale di contributo portandola fino al 70% per le microimprese non agricole operanti nei settori più duramente colpiti dalle restrizioni dovute al Covid (turismo, piccola ricettività extra-alberghiera, artigianato, piccole botteghe, bar ristoranti). I bandi saranno pubblicati tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

Il Presidente Gianmarco Bisio sottolinea “la grande soddisfazione per l'operato del GAL e per la risposta del territorio. I risultati raggiunti in termini di impegno delle risorse, di rispetto delle tempistiche e di interventi attuati ci ha permesso, grazie alla preziosa collaborazione con Assopiemonte Leader e Regione Piemonte, di avere nuovi fondi a disposizione per finanziare altri progetti di qualità: dalla sentieristica per gli Enti Pubblici al sostegno alle imprese private operanti nei settori tipici dell’economia rurale più duramente colpiti dalle restrizioni, dalla creazione di nuove imprese allo sviluppo di filiere e rete per la valorizzazione dei sistemi produttivi locali. I bandi sono in fase di elaborazione e saranno pubblicati a breve. Invito gli interessati a seguire il GAL Borba sui canali informativi (sito web e pagina Facebook) per rimanere aggiornati sulle prossime attività in programma.”